Fermato all’aeroporto Marconi di Bologna con 400mila euro in lingotti d’oro

In una normale operazione di routine presso la dogana dell’aeroporto “Marconi” di Bologna, un cittadino Rumeno, veniva oggi trovato in possesso di discreto un numero di lingotti d’oro per il valore complessivo di 400mila euro.

L’operazione della guardia di Finanza

Il soggetto stava tentando di esportare all’estero senza averlo dichiararlo diversi lingotti d’oro per un valore complessivo di gran lunga superiore a quello consentito visto che, la legge ammette il trasferimento di oro dall’estero o verso l’estero per un valore di 12.500 euro al massimo e che comunque va dichiarato all’Unità di informazione finanziaria.

La sanzione che rischia per l’illecito

Il cittadino Rumeno, intercettato presso l’aeroporto di Bologna con l’ingente carico, sarà sottoposto ad una una sanzione che va dal 10 al 40% dell’importo non dichiarato.
I controlli dei doganieri e dei finanzieri in servizio al Marconi hanno rilevato che, anche se in possesso come attestato dalle fatture che aveva mostrato agli agenti, il suo «tesoro» era in palese violazione della normativa relativamente al mercato aureo.

Il sequestro preventivo delle forze dell’ordine

In considerazione della violazione, i Finanzieri e i doganieri, hanno sequestrato sei dei 14 lingotti come garanzia per il pagamento della sanzione al ministero dell’Economia e delle Finanze che andrà successivamente deciso dagli organi preposti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.